“Non andremo a Palazzo Chigiper la deposizione del premier”

LA NOTIZIA:
Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, imputato nel processo Sme per corruzione di giudici, ha il diritto di rendere delle dichiarazioni spontanee, ma venga in aula oppure recapiti ai giudici una memoria scritta. Nessuno sconto, non lo prevede la legge, e il collegio del processo Sme ha respinto l’offerta della difesa che poco prima aveva annunciato a sorpresa la disponibilità del premier a parlare ai giudici milanesi ma, per motivi di sicurezza e di impegni istituzionali, solo nella capitale. “Disponibili ad ascoltare Berlusconi – ha aggiunto la presidente Luisa Ponti – ma a Milano, perché altrimenti si potrebbe chiedere di trasferire l’intero processo a Palazzo Chigi”.

LA MIA OPINIONE:
Ma ti pare che un Presidente del Consiglio in carica, oltretutto imputato proprio di corruzione di giudice, accetta un’ assoggettamento di potere e si “inchina” in un tribunale difronte a un giudice, ossia di fronte ad un altro potere a lui pari che lo vuol giudicare?
Mi rendo conto che e’ una specie di pensiero da REALPOLITIK e che e’ pure un po’ di destra pero’ mi sa che e’ cosi’.
Voglio dire non lo farebbe nessun presidente di Governo, figuriamoci il nostro nano…

[La Repubblica: Politica]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...